Newsletter Sociale e Salute
Torna alla newsletter

La Regione Toscana approva la legge per l’utilizzo terapeutico dei derivati della cannabis

 

Il consiglio regionale della Toscana ha approvato in data 2 maggio 2012 la legge dal titolo "Modalità di erogazione dei farmaci e delle preparazioni galeniche a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche", con l’obiettivo di facilitare l’utilizzo dei principi attivi della cannabis nella terapia farmacologia.
Fra le condizioni di interesse medico per le quali sono disponibili evidenze di efficacia dei derivati della cannabis vi sono la nausea e il vomito associato all’utilizzo dei chemioterapici antitumorali, gli stati di dacadimento e inanizione associati all’AIDS, il dolore neuropatico della sclerosi multipla.
Già un decreto del Ministro della sanità 11 febbraio 1997, disciplinava l’acquisizione dei farmaci cannabinoidi, che al momento non sono registrati in Italia, ma le procedure e i tempi richiesti costituivano di fatto un onere tale da scoraggiare i potenziali beneficiari. La legge toscana, oltre che consentire l’utilizzo di questi farmaci in ambito ospedaliero, prevedendo che i costi rientrino nell’ambito del budget aziendale, si propone di facilitare l’acquisto degli stessi per le terapie in ambito extraospedaliero e con costi a carico degli utenti, assicurando l’intervento delle strutture di assistenza delle ASL.

 

Cooperativa Sociale ComunitĂ  La Collina Onlus Loc. S'Otta 09040 Serdiana (Cagliari)

Servizi di editoria elettronica a cura di Publishday



Copyright (C) 2010-2018 socialesalute.it
Licenza Creative Commons