Share |
 
 
La drastica riduzione delle assegnazioni del Fondo delle politiche pociali
  4/10/2011
 

I dieci Fondi a carattere sociale più importanti potevano contare, nel 2008, su stanziamenti complessivamente pari a 2 miliardi e 520 milioni. Gli stanziamenti sono scesi a 1 miliardo e 472 milioni nel 2010, la manovra di bilancio per il 2011 abbassa gli stanziamenti di bilancio a poco più di 549 milioni.
Il taglio più significativo ha riguardato il Fondo nazionale per le politiche sociali (FNPS).
L’istituzione del Fondo ha costituito una delle più significative innovazioni del settore in quanto ha determinato il superamento della frammentazione, della casualità e della scarsa prevedibilità delle risorse destinate alle politiche sociali. L’art. 20 della legge 328/2000 ne ha rafforzato il ruolo e la funzione e accresciuto la sua consistenza.
In pochi anni la situazione è cambiata radicalmente: sono diminuiti gli stanziamenti complessivi e le assegnazioni alla Regione Sardegna incominciano ad essere marginali rispetto alle esigenze del sistema dei servizi. Il recente decreto ministeriale di ripartizione del Fondo delle politiche sociali per l’anno 2011 impegna poco più di 218 milioni per tutte le regioni e attribuisce alla Sardegna poco più di 5 milioni di euro. La percentuale di riparto per la Sardegna è del 2,96 dello stanziamento complessivo del Fondo.

Anno Importo assegnato
2006 22.943.144,18 Decreto FNPS 2006
2007 22.055.022,47 Decreto FNPS 2007
2008 19.433.617,23 Decreto FNPS 2008
2009 15.341.608,00 Decreto FNPS 2009
2010 11.254.599,05 Decreto FNPS 2010
2011 5.286.087,73 Decreto FNPS 2011