Share |
 
 
Emanate le Linee guida in materia di Trattamento Sanitario Obbligatorio (TSO) della Regione Sardegna
  3/05/2011
 

Con provvedimento n. 16/13 del 29 marzo 2011, la Giunta Regionale della Sardegna ha emanato le Linee guida in materia di Trattamento Sanitario Obbligatorio (TSO) e di Accertamento Sanitario Obbligatorio (ASO) per persone sofferenti mentali.
Il documento è stato elaborato in attuazione delle raccomandazioni sull'argomento approvate dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano, nella seduta del 19 marzo 2009.
L'obiettivo delle linee guida è quello di rendere l'organizzazione degli interventi per l'emergenza-urgenza coordinati ed omogenei nel territorio, garantendo il rispetto dei diritti fondamentali e le opportunità di cura, nonché la partecipazione e il coordinamento operativo delle strutture coinvolte (Comune, Polizia Municipale, Tribunale dei Minorenni, Polizia di Stato, Carabinieri, Vigili del Fuoco, Autorità Giudiziaria). Il documento si articola in numerosi paragrafi che riguardano i presupposti teorici del TSO, le funzioni e compiti dei referenti istituzionali, gli interventi sanitari che non necessitano di TSO, le modalità di redazione delle certificazioni, l'esecuzione dell'ordinanza e la sua revoca, il TSO in regime di degenza ospedaliera e l'ASO.
A fronte della pur rispettabile accuratezza della definizione delle condizioni giuridiche che delimitano l'intervento, nonché dei compiti e delle responsabilità dei diversi soggetti e delle istituzioni coinvolte, il documento non dedica spazio alla definizione del contesto sociale e sanitario nel quale l'intervento obbligatorio si impone. Esso non affronta la problematica delle cause, delle concause e dei fattori di rischio, soprattutto delle carenze organizzative, strutturali e di funzionamento dei servizi per la salute mentale che vengono invece richiamate nel documento elaborato dalla Conferenza delle Regioni e che tra il 2006 e il 2009 hanno caratterizzato l'azione programmatoria della Regione Sardegna. Le recenti linee guida della Regione sembrano invece ispirarsi, nell'impostazione e nei contenuti, ad un analogo documento adottato dalla Regione Veneto ad aprile del 2009 (Linee Guida Regionali per i Dipartimenti di Salute Mentale in materia di Trattamento Sanitario Obbligatorio (TSO) e Accertamento Sanitario Obbligatorio (ASO) Regione Veneto).
Va osservato tra l'altro che tra l'emanazione delle linee guida ad opera della Conferenza delle Regioni (marzo 2009) e l'adozione delle recenti linee guida regionali (marzo 2011), la stessa Conferenza ha prodotto un ulteriore documento su un tema strettamente correlato, quello della prevenzione della contenzione fisica, (Contenzione fisica in psichiatria: una strategia possibile di prevenzione; 29 luglio 2010), al quale nelle linee guida della Regione Sardegna non si fa riferimento.